Il track record di aggiornamento Android di BlackBerry dovrebbe far riflettere chiunque

Il track record di aggiornamento Android di BlackBerry dovrebbe far riflettere chiunque

Non le solite notizie su Android, un mix diversificato di consigli, approfondimenti e analisi con il giornalista esperto di Android JR Raphael.

Ehi, guarda: è arrivato un nuovo telefono BlackBerry! E no, non ti sei appena svegliato da un coma di 12 anni. Te lo prometto è ancora 2018.

Il nuovo BlackBerry Key2, tuttavia, è rivolto esattamente a coloro che perdono i giorni di gloria del telefono con tastiera fisica in particolare, utenti aziendali che attribuiscono ancora una sorta di valore al nome BlackBerry (anche se tecnicamente è un’organizzazione diversa che fa i dispositivi ora). La pagina di destinazione dell’azienda per i cartelli del dispositivo che si concentrano chiaramente:

BlackBerry Key2 AndroidMora

La pagina chiarisce anche il punto di forza incentrato sul business di Key2, affermando che il dispositivo è “lo smartphone Android più sicuro” più, papà gommalo! “con funzionalità avanzate di sicurezza e privacy integrate.”

C’è solo un problema con questa affermazione e quindi anche con la narrativa più ampia che circonda il lancio di Key2: BlackBerry, come la società e la maggior parte delle persone che ne discutono non menzionano, ha un record assolutamente abissale nella fornitura di aggiornamenti del sistema operativo Android ai clienti.

E fidati di me: per qualsiasi telefono nel 2018 ma specialmente per uno che viene presentato come un gadget incentrato sulla sicurezza per utenti aziendali seri, questa è una responsabilità che non dovresti ignorare.

Cominciamo con i fatti freddi e concreti: il precedente telefono di punta di BlackBerry, il KeyOne, è uscito nell’aprile del 2017.

Questa settimana proprio oggi, infatti, era previsto che il telefono iniziasse a ricevere l’upgrade ad Android 8.0 Oreo. Quell’implementazione è già stata ripristinata prossimo Thursday.Android 8.0 è stato rilasciato e reso disponibile ai produttori nell’agosto del 2017, quasi un anno intero fa (e questo per non parlare del nuovo Android 8.1 aggiornamento che è seguito lo scorso dicembre).

Se il programma attuale è valido, allora BlackBerry avrà impiegato molto tempo 319 giorni 10 fottuti mesi e mezzo! per ottenere l’importante aggiornamento del sistema operativo sul suo telefono di punta, orientato alla sicurezza e adatto alle aziende. E l’aggiornamento non è ancora impostato per raggiungere i proprietari di dispositivi KeyOne ovunque; è programmato per iniziare a essere lanciato solo in Canada a partire da questo momento.

Ora, il KeyOne ha, a detta di molti, ha ottenuto patch di sicurezza tempestive e regolari e questo conta sicuramente qualcosa. Ma 10 mesi e mezzo per un importante aggiornamento del sistema operativo? Non importa come lo guardi, è semplicemente imperdonabile.

E non è nemmeno un colpo di fortuna: BlackBerry ha ricevuto lo 0% di voti “F” nelle mie analisi della scheda di aggiornamento sia per Nougatin 2017 che per Marshmallow l’anno prima. (Quest’anno non ho incluso l’azienda nella mia Report Card Oreo a causa della sua minore rilevanza nell’ecosistema Android, ma state tranquilli: le prestazioni che stiamo vedendo ora avrebbero mantenuto forte la sua serie di “F” allo 0%.)

Perché è importante? Semplice: anche se si mettono da parte le aggiunte di funzionalità e i miglioramenti dell’interfaccia introdotti con la maggior parte delle principali versioni di Android, gli aggiornamenti del sistema operativo contengono un numero significativo di correzioni di base e miglioramenti orientati alla sicurezza, come le API più restrittive (interfacce di programmazione che consentono alle app di interagire con il tuo dispositivo e i tuoi dati), crittografia dei dati di backup rafforzata e enfasi sull’orientamento delle app verso trasmissioni web sicure incluse nel prossimo aggiornamento di Android P.

Simili miglioramenti sotto il cofano sono apparsi in Oreo, comprese nuove restrizioni sulle autorizzazioni facilmente abusate, un metodo più approfondito per verificare l’integrità del sistema operativo ogni volta che si avvia un telefono e un sistema più efficace di sandboxing per mantenere isolate parti critiche del software. da altri processi.

È proprio questo tipo di progresso che illustra perché gli aggiornamenti del sistema operativo sono ancora importanti, anche se non sei interessato alle cose più appariscenti. Indipendentemente da quante patch possano essere eseguite e da quanto Google decostruisca Android per aggiornare elementi del software facilmente, frequentemente e in modo universale, alcuni elementi fondamentali legati a prestazioni, sicurezza e privacy possono essere affrontati solo nel sistema operativo stesso.

L’impegno di BlackBerry nel fornire patch di sicurezza tempestive e il suo processo di aggiunta dei propri miglioramenti di sicurezza nel software meritano entrambi lodi senza dubbio. Ma lo scarso sforzo dell’azienda per mantenere i suoi dispositivi aggiornati anche in modo semi-ragionevole con le versioni del sistema operativo Android merita una pari quantità di attenzione.

Sarebbe vero per qualunque azienda che vende un telefono da diverse centinaia di dollari, ma è particolarmente vero per un’azienda che punta la sua reputazione sulla sicurezza e al servizio della comunità aziendale.

Iscriviti alla newsletter settimanale di JR per ottenere suggerimenti più pratici, consigli personali e una prospettiva in inglese semplice sulle notizie che contano.

Newsletter AI

[Android Intelligence videos at Computerworld]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*