Cosa c’è nell’ultimo aggiornamento di Firefox? 93 migliora SmartBlock, introduce i suggerimenti di ricerca sponsorizzati

Cosa c’è nell’ultimo aggiornamento di Firefox?  93 migliora SmartBlock, introduce i suggerimenti di ricerca sponsorizzati

Firefox 64

Mozilla ha rilasciato Firefox 64 per Windows, macOS e Linux con un sistema di raccomandazioni integrato che evidenzia le funzionalità e suggerisce componenti aggiuntivi specifici in base a come gli utenti utilizzano il browser e dove lo guidano sul web.

Gli ingegneri hanno anche corretto 11 vulnerabilità in Firefox. Due sono stati contrassegnati come “Critico”, il più alto grado di minaccia di Mozilla. “Alcuni di questi bug hanno mostrato prove di danneggiamento della memoria e presumiamo che con uno sforzo sufficiente alcuni di questi potrebbero essere sfruttati per eseguire codice arbitrario”, ha affermato Mozilla nell’avviso pubblicato sul web.

Firefox 64, che può essere scaricato qui, si aggiorna in background, quindi la maggior parte degli utenti deve solo riavviare il browser per ottenere l’ultima versione. Per aggiornare manualmente, apri il menu sotto le tre barre orizzontali in alto a destra, quindi fai clic sull’icona della guida (il punto interrogativo all’interno di un cerchio). Scegli “Informazioni su Firefox”. La pagina risultante mostra che il browser è aggiornato o spiega il processo di aggiornamento.

Mozilla aggiorna Firefox ogni sei-otto settimane; l’ultima volta che ha aggiornato il browser, alla versione 63, è stato il 23 ottobre, ovvero sette settimane fa.

È CFRnon RCP

Firefox 64 introduce ciò che Mozilla chiama “Contextual Feature Recommender”, ovvero CFR, una funzionalità attualmente disponibile solo per gli utenti statunitensi che eseguono il browser in modalità standard (non in modalità di navigazione privata). “CFR è un sistema che consiglia in modo proattivo funzionalità e componenti aggiuntivi di Firefox in base a come si utilizza il Web”, ha affermato Nick Nguyen, vicepresidente della strategia di prodotto di Mozilla, in un post dell’11 dicembre su un blog aziendale.

In sostanza, CFR indica funzionalità e componenti aggiuntivi potenzialmente utili per gli utenti di Firefox. Alla radice, è un modo per Mozilla di dimostrare che il suo browser è più personalizzato e più produttivo rispetto a rivali come Chrome di Google, che vanta una quota di mercato sette volte superiore a quella di Firefox e offre molti più componenti aggiuntivi.

Nguyen ha citato esempi come il blocco delle schede, una funzione che posiziona in modo permanente le schede di alcuni siti sulla barra delle schede che Mozilla potrebbe consigliare a un utente. Ha anche nominato tre componenti aggiuntivi che CFR potrebbe prescrivere a coloro che hanno trascorso molto tempo su Facebook e YouTube o che hanno spesso utilizzato Google Translate per interpretare siti Web in lingua straniera.

Nguyen ha anche giurato che CFR non invia dati a Mozilla, una nota importante alla luce della posizione dell’organizzazione sulla privacy degli utenti. “L’intero processo avviene localmente nella tua copia di Firefox”, ha detto Nguyen.

Tutto sulle schede alla fine

Firefox 64 ha anche aggiunto alcuni colpi di scena alla gestione delle schede che consentono agli utenti di afferrare, quindi eseguire un’azione su più schede contemporaneamente. Gli utenti possono ora, ad esempio, selezionare un tratto di schede premendo Maiusc mentre fanno clic sulla prima e sull’ultima scheda dell’intervallo.

È disponibile anche una manovra più flessibile: la pressione di Ctrl (Windows) o Comando (macOS) mentre si fa clic consente agli utenti di selezionare schede non contigue. Una volta selezionate, le diverse schede possono essere spostate, aggiunte ai segnalibri, bloccate o eliminate come blocco.

Chrome ha già questa capacità di gestione delle schede, ma altri, tra cui Safari di Apple e Edge di Microsoft, no.

Firefox 64 ora mostra quanto “impatto energetico” rappresenta ogni scheda quando l’utente digita su: prestazioni nella barra degli indirizzi per visualizzare il task manager del browser. La pagina è nel bel mezzo di un rinnovamento e gli ingegneri di Mozilla hanno affermato che il consumo di memoria, un’altra metrica importante per i browser, verrà aggiunta nella prossima iterazione.

Altrove nel browser, Firefox 64 ha abbandonato il supporto per tutti i certificati SSL (Secure Socket Layer) emessi da Symantec. La mossa, che è stata innescata da un consenso tra i produttori di browser sul fatto che Symantec ei suoi partner avessero emesso certificati in modo improprio, violando la regola stabilita dal CA/Browser Forum, un gruppo di standard i cui membri includono sviluppatori di browser e autorità di certificazione.

Il passaggio finale di Firefox nel suo processo di “sfiducia” doveva originariamente entrare in vigore con la versione 63. Ma Mozilla ha ritardato il divieto, affermando a ottobre che troppi siti non erano passati a un altro fornitore di certificati in quel momento. Invece, Mozilla ha dato a Firefox 64 gli onori.

Il prossimo aggiornamento, Firefox 65, dovrebbe raggiungere gli utenti il ​​29 gennaio secondo il calendario di rilascio del browser.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*